Omaggio a Tonino

Nei giorni dell’ultimo weekend l’associazione Pro Loco ha organizzato e promosso gli eventi dell’ ”Omaggio a Tonino” un ricordo sincero e fraterno dell’uomo Antonio Lisi.

Il primo evento inaugurato sabato alle 19 è stato una mostra collettiva, aperta fino al 24 settembre, che vuole essere un riconoscimento alla sua attività di ricerca e la sua sensibilità che come da amante del proprio territorio; Tonino coltivava, infatti nella promozione, impegni nei campi più svariati. Da presidente Pro Loco infatti si è distinto per la facile integrazione con le nuove generazioni e la sua testarda convinzione di dedicarsi come volontario nel promuovere e accogliere nella propria terra e costruire un ponte robusto con la famiglia degli emigrati sparsi nel mondo, grazie al trimestrale dell’associazione “La Serra”.

Dopo i saluti del presidente Pro Loco Gaspare Biagiotti e della consigliera delegata alla cultura Valeria Parente, in presenza della famiglia Lisi e degli artisti, è intervenuto il curatore della mostra Pieranglo Tieri: <<In questa seconda edizione “Omaggio a Tonino” la scelta è caduta su opere che per la loro diversità consentono al visitatore di poter ammirare alcune delle tantissime tecniche in uso nell’arte e che permettono all’artista di esprimersi nei modi più disparati. Si passa dalla pittura figurativa all’astratto fino all’arte aniconica (pittura suminagashi), aerografia (pittura iperrealista), attraverso oli su tela, smalti e pastelli su carta. Scultura (gesso e calcestruzzo) e grafica d’arte (xilografia e monotipo).>> Ad esporre gli artirsti: Eliseo Belmonte , Antonia Spinosa, Tito Rossini, Pierangelo Tieri, Tonino D’Arpino, Francesco Vignola, Antonio De Iaco e Pompeo Lucciola.

La seconda giornata dell’evento prevedeva un convegno dal titolo “Il patrimonio linguistico alimentare di Coreno Ausonio”, un momento di riflessione sullo studio del dialetto corenese. In apertura dopo gli interventi del maestro Raffaele di Siena e della scrittrice Annarita Persechino si è proceduti con la presentazione del lavoro di tesi della giovane corenese Maria Chiara Viccarone che si basava sullo studio in dialettologia in occasione della laurea magistrale in Linguistica presso La Sapienza di Roma nell’ultimo anno accademico. Per l’occasione la Pro Loco ha provveduto a stampare il libro. La giovane studentessa ha proceduto con una completa analisi linguistica della lingua locale con attente analisi fonetica, morfologica, sintattica e lessicale definendo in alfabeto fonetico internazionale i dialoghi raccolti nel centro anziani di Coreno, grazie alle chiacchierate fatte in cucina con le disponibili nonne. A sostenere la discussione di Chiara davanti al pubblico corenese quella sera, era presente Sonia Di Vito docente presso l’Università della Tuscia e il presidente Pro Loco Gaspare Biagiotti: <<Abbiamo provveduto a stampare e distribuire il libro della tesi di laurea di Chiara ai presenti perché rimanga come prima opera di analisi e studio del nostro dialetto e per continuare il lavoro fatto dai giovani Pro Loco diretti da Antonio Lisi.>>  (g.b.)

 

Redazione

presidente Pro Loco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *