Giovanni Costanzo

Dal matrimonio di Arcangelo (fu Nicola e Giovanna Ruggiero) e Maria Anna Biasiotta (di Antonio e Antonia Fiorentino) – sposi il 22/11/1852, nacque l’11 marzo 1865. Mori a 25 anni il 26 gennaio 1887.

Giovanni Costanzo, soldato del 5° Reggimento Fanteria, partecipò con altri suoi commilitoni, alla battaglia di Dogali che fu combattuta il 26 gennaio 1887 in Eritrea tra le truppe del Regno d’Italia e le forze dell’Impero Etiope durante la prima fase di espansione italiana in Eritrea.

I 548 soldati italiani (morti :23 ufficiali e 407 soldati; feriti 82 (1 ufficiale e 81 soldati)) comandati dal capitano De Cristoforis, furono assaliti da circa 7000 abissini del Res Alula e completamente sopraffatti.

Si ricorda insieme ai suoi commilitoni, a Roma con il nome della ‘piazza dei Cinquecento’ , difronte la Stazione Termini e con un obelisco ‘Agli Eroi di Dogali’ , posto tra via Einaudi e via delle terme di Diocleziano con i nomi dei caduti (https://it.wikipedia.org/wiki/Monumento_ai_Caduti_di_Dogali).

L’obelisco vicino Piazza dei 500, a Roma Termini

Nel suo paese natale, Coreno Ausonio, si ricorda nel Monumento ai Caduti Militari e civili di tutte le guerre nella villa comunale in Piazza Umberto I, eretto nel 2000. Inoltre a lui è dedicata una via (via G. Costanzo) nel rione Torre, probabilmente quella della casa dov’è nato.

Commenti chiusi